Referenziale di Nascita
Jan 6, 2015

TORINO

Tarocco il Ribelle (2°ciclo) con Rossella FERRERO
11-12 novembre
Atelier pratica del Referenziale (aperto a tutti gli studenti) con Rossella FERRERO
giovedì 16 novembre ore 20,30
domenica 19 novembre ore 15
tutto presso ART&SOUL - Via Catania 36 (angolo Corso Verona) tel 333 3987068 - Torino




 

...

Il gioco degli archetipi

Ogni individuo è l’espressione di un essere globale che definisce il proprio campo d’incarnazione in uno spazio che va dalla sua fisiologia biologica alla sua natura spirituale.

Questa include il piano biologico, emozionale, mentale e spirituale. Se i diversi piani di un essere non funzionano in sinergia si crea un disequilibrio o una sorta di “perdita dell’asse”, una difficoltà. L'obiettivo è la circolazione del principio vitale tra tutti i piani.

 


Affinché ciò sia possibile è necessario che ciascun piano possa esprimersi ed essere compreso dagli altri. Ora, il solo linguaggio comune ai diversi piani è quello dell'archetipo, dell'archetipo vivente, ricco di sapori, energie, colori, sensi.

In altri termini gli archetipi, linguaggio universale, aprono alla comunicazione tra i diversi piani dell’essere e ristabiliscono la libera circolazione dell’energia di vita in armonia con l’universo nel quale evolviamo.

Ogni essere evolve nella vita alla ricerca di un benessere. Questo si trova sul tarcciato del proprio cammino, nell’orientamento dell'anima che ne posa il Senso.

Ma come trovare tale equilibrio ? Come mantenere la libera circolazione del principio vitale nel nostro sistema esistenziale ?

 
Ogni vita è un insieme di esperienze piacevoli e spiacevoli che ci offrono i parametri della nostra evoluzione, a condizione di lasciare il Vivente libero di circolare e di tracciare il Senso. Come ? Arrivando a vivere ogni esperienza consapevolmente, inscrivendola sul filo della nostra evoluzione personale.

Il tutto sta nel prendere la giusta distanza per capirla, decodificarla, inscriverla nell'orizzonte più ampio della nostra leggenda peronale. Grazie all'archetipo tarocco questo processo diventa più facile. Per far ciò, il tarocco va incarnato, vissuto, sperimentato.
 
 
E’ così che i tarocchi divengono delle chiavi che ci aprono le porte della coscienza nell’esperienza del Vivente.
 
Ma tutto ciò fa molto parlare, in realtà l’esperienza del vivente è diretta, globale e solo in seguito diventa verbale.

  Ma come incontrare l'archetipo vivente ?


Diventare il libero creatore del Senso della propria vita è quello che ci invita a realizzare il Tarocco di Marsiglia.

Imparando a giocare con esso.